login
Progetti e attività anno scolastico 2017-2018
In un cielo di stelle gialle bianche farfalle
Classi 3^A - 3^B Sec. di Grado via Pintus

Martedì 6 febbraio gli alunni delle classi 3^B e 3^A della scuola secondaria di primo grado, accompagnati dai docenti Maria Angela Loi, Peppino Mureddu, Marco Pisano e Germana Trincas, si sono recati al teatro del parco della Vetreria di Cagliari per assistere allo spettacolo “In un cielo di stelle gialle bianche farfalle” di Rita Atzei e successivamente interpretato dagli attori: Antonio Luciano e Marta Gessa.


La finalità della rappresentazione è stata quella di sensibilizzare i ragazzi della nostra età sul più grande genocidio della storia dell`uomo: la “Shoa”.

Ad essere raccontate, con la semplicità del teatro di narrazione e l’ausilio di musiche ed oggetti, le vicende di bambini e bambine, che in un’Europa dilaniata dalle leggi razziali, vivono sulla loro pelle l’orrore della deportazione.

Essi erano veramente innocenti e purtroppo a causa dell`odio, del razzismo, dell`antisemitismo e della stupidità umana hanno dovuto vedere le loro vite sgretolarsi senza nemmeno aver capito veramente la motivazione per la quale tutto ciò stava accadendo, o hanno dovuto assistere alla morte dei loro genitori o dei loro amici per un “si” o per un “no” dettato da dei criteri inesistenti e insensati, o magari loro stessi sono morti solo ed esclusivamente a causa di un difetto fisico o solo per l`appartenenza ad una “razza” cioè la razza ebrea che a quel tempo era definita la “razza inferiore”.

Siamo nel 1938, in Italia per volere del fascismo, nella Germania di Hitler, nelle occupate Francia e Polonia, le leggi razziali tolgono agli ebrei tutti i diritti: lavorare, andare a scuola, essere curati, entrare in un parco pubblico per i protagonisti del racconto diventano un lontano ricordo.

Rabbia, paura, speranza, rassegnazione, lotta e resistenza vengono raccontate in questo spettacolo.

Questa rappresentazione ci ha permesso di capire di più quanto realmente siamo molto fortunati a vivere in un periodo dove i ragazzi sono tutelati e protetti.

Galleria immagini