login
Progetti e attività anno scolastico 2017-2018
Alla scoperta della Sede Storica
Classi 1^D, 2^D, 3^D Sec. di I grado Indirizzo Musicale

Venerdì 26 e sabato 27 gennaio 2018 la scuola secondaria di I grado ad indirizzo musicale della sede di via Manno ha aperto le porte ai genitori e agli alunni della scuola primaria interessati a conoscere la sede storica.

Sia il primo che il secondo giorno c’è stato un ottimo afflusso di pubblico che ha partecipato a tutte le attività proposte.

All’ingresso li ha accolti un’installazione accompagnata dalla poesia “C’è un paio di scarpette rosse “ di Joice Lussu, in ricordo di tutti i bambini sterminati dalle persecuzioni naziste, un lavoro preparato dai nostri allievi in occasione della giornata della memoria.

Mentre nella sala udienze venivano date ai genitori tutte le informazioni relative all’organizzazione scolastica e all’offerta formativa, gli alunni delle classi seconda e terza hanno intrattenuto i bambini coinvolgendoli in diverse attività.

Nel salotto hanno suonato al pianoforte il minuetto di Bach e la sonatina di Diabelli, hanno letto alcuni passaggi tratti dai libri “Rima rimani” e “Rime di rabbia” di Bruno Tognolini e “Il mio mondo a testa in giu’ “ di Bernard Friot. Inoltre,ricollegandosi alla poesia esposta all’ingresso e a quel periodo buio della nostra storia, un’alunna ha spiegato che vicino alla nostra sede, in Piazza Martiri, c’è la casa dove i fascisti hanno cercato di aggredire un grande uomo sardo: Emilio Lussu.

Poi si sono spostati nell’aula dove sono stati allestiti laboratori di matematica e di tecnologia, qui un gruppo di nostri studenti ha spiegato ai piccoli ospiti i giochi di logica e di memoria e come realizzare i disegni tecnici.

Nel frattempo i genitori visitavano la biblioteca storica, fiore all’occhiello della nostra scuola, guidati da altri alunni che ne hanno illustrato le pecularietà.

Alla fine tutti insieme siamo scesi nelle aule dedicate allo studio degli strumenti e qui abbiamo assistito alla dimostrazione di una lezione d’orchestra, gli studenti hanno suonato brani da “Danze popolari irlandesi”.

Grazie alla collaborazione di tutti i docenti e alla passione, l’entusiasmo e la serietà con cui hanno lavorato i nostri ragazzi abbiamo vissuto una bella esperienza.

Per concludere è importante sottolineare l’interesse da parte dei visitatori che hanno apprezzato la qualità del lavoro svolto.

Articolo scritto da Cristina Fiori e pubblicato da Bernardetta Usai